Charity Party 2019 in favore dei Service



Grande soddisfazione per la numerosa ed affettuosa partecipazione al Charity Party, raccolta fondi a favore dei Service del Rotary Club Milano Porta Venezia patrocinata dal Comune di Milano, svoltasi Martedì 9 Luglio presso l’11Clubroom sito in via Alessio Tocqueville 11, Milano.


Si può raccontare con le parole una lunga emozione? Solo in parte. Questo, in sintesi, il sentimento che ha lasciato in molti rotariani la manifestazione che il Club Milano Porta Venezia ha voluto mettere in campo per far conoscere i propri Service.


Una serata intensa, piena di momenti belli e importanti, non esente da alcuni aspetti critici che si sono affacciati durante lo svolgersi della manifestazione: sia a causa del cambiamento della location per motivi metereologici, sia perché le incognite erano molte anche se tutto era stato pensato nei minimi particolari.


Di grande impatto è stato il discorso introduttivo del Presidente Fabrizio Capaccioli che ha voluto indicare, soprattutto per i non addetti ai lavori, le finalità e le modalità di approccio al mondo del nostro Club e del Rotary Internazionale.



“La connessione è stare nel mezzo tenendo le mani tese tra chi ha il compito ed il dovere di guardare al futuro e chi non sempre ha un presente. In questo particolare spazio il Porta Venezia ha deciso di esserci e questa sera lo dimostra. Lo dimostra proprio la forte adesione, siamo tantissimi, e ciò significa che il valore di una organizzazione nei livelli intermedi è davvero in grado di trasmettere ciò che realmente ogni giorno compie. Siamo presenti in ogni angolo della città con il nostro supporto, la nostra connessione non manca ove i bisogni della collettività mostrano specifiche necessità per strada, negli ospedali, nelle case, nelle scuole questo perché la grandezza di un uomo di un rotariano è servire al di sopra di ogni interesse personale. Uomini e donne che non solo si ritrovano in questa forte volontà di stare insieme ma che sentono la necessità di andare oltre, sopra la mera beneficenza per quanto importante.

Essere rotariani significa mettere a disposizione le nostre conoscenze professionali, la nostra comprensione e soprattutto il nostro tempo. Ritengo che il valore della libertà non possa crescere e nemmeno sopravvivere in un clima di puro utilitarismo, e di attenzione soltanto al proprio ego. La libertà non ha solo bisogno di norme comuni del viver civile, di rispetto senza timore e senza riserve degli esseri umani; ha davvero un grande bisogno di piccoli e grandi atti di virtù, di una rete di lealtà e di dedizione assoluta. Etica e senso civico devono essere parte del nostro quotidiano per ripartire dalle giovani generazioni provando ad esempio a ridare valore a ciò che la vera connessione tra essere umani è in grado di trasmettere”.



Sotto l’abile regia di Fulvio Giuliani, nota voce radiofonica di Radio RTL 102.5, si è dipanato il canovaccio della serata.


Ci sono stati i saluti istituzionali: il Governatore Distretto Rotary 2041 che ha voluto sostenere l’impegno del nostro Club per i Service, un video non formale del Sindaco di Milano Beppe Sala, un ringraziamento del Vicesindaco Anna Scavuzzo per quello che facciamo e un invito sempre più pressante alla collaborazione fra Rotary e Amministratori della cosa pubblica; infine un saluto di Antonio Decaro, presidente ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani – che ha raccontato di quanto i Club Rotary fanno di concreto nei vari comuni italiani.


La serata è proseguita con la comunicazione di Gabriella Magnoni Dompé, Presidente dell’Advisory Board di Assolombarda sulla Responsabilità Sociale delle Imprese, che ha raccontato di una nuova iniziativa di Assolombarda in favore dei giovani e per il contrasto del loro disagio sociale.


Finalmente è arrivato il momento nel quale sono stati presentati i nostri Service. Bruno Marelli e Emanuela Basso Petrino hanno raccontato il variegato impegno dell’Associazione Theodora Onlus in favore dei bambini ospedalizzati. Stefania Bartoccetti ha percorso le tappe salienti del cammino che ha dato vita al Progetto Telefono Donna. Ilaria Sottotetti e Mario Furlan ci hanno resi partecipi della loro inesausta azione in favore della tutela delle donne che vengono intercettate dall’azione dei City Angels. Francesco Galeone e Luigi Rossi hanno testimoniato della decennale esperienza del Pane Quotidiano, realtà di aiuto che è entrata a buon diritto nel cuore di molti milanesi. Simonetta Balboni Ghezzi, nel ricordare la profonda e poliedrica figura del grande rotariano Morris Ghezzi, ci ha parlato della necessità di tramandare una testimonianza di vita attraverso una Borsa di studio dedicata. Infine Eugenio Chiaravallotti, Presidente del Rotaract Milano Porta Venezia, ha coinvolto i presenti raccontando della passione che anima l’amicizia e l’azione del recente Club rotaractiano.


Enrico Brazzoli, Campione del Mondo FIA WCR3 ha scaldato l’uditorio raccontando la sua avventura di affermato rallysta; mentre le battute di Germano Lanzoni, il Milanese Imbruttito, hanno riempito di grande ilarità tutti i presenti.




L’estrazione dei premi della Lotteria del sorriso proposta da Fondazione Theodora ha chiuso ufficialmente la serata.


In sintesi un Charity Party nel complesso ben riuscito e che servirà come preziosa esperienza per progettare, con ancora maggiore passione, la prossima edizione.


Fabio Ungaro