Coronavirus COVID-19 #ilrotarynonsiferma


Domenica 08 marzo 2020 – ore 20.00 Caminetto Rotariano in diretta streaming


In diretta streaming su Facebook l’8 marzo abbiamo parlato di Coronavirus (COVID19): tra trasformazione sociale e impatto economico.

Ospiti del caminetto rotariano, moderati da Francesco VECCHI:

– Maria Rita GISMONDO, virologa e rotariana. – Beatrice UGUCCIONI, Vice Presidente del Consiglio Comunale di #Milano. – Fabrizio CAPACCIOLI, imprenditore e Presidente del Rotary Club Milano Porta Venezia. – Germano LANZONI, interprete de “Il milanese imbruttito”.


“I perdenti trovano scuse, i vincenti trovano soluzioni.” Irvine Welsh


… dunque, 8 marzo, Festa della Donna? Anche, ma non solo. La Socialità ai tempi del Coronavirus, parafrasando “L’amore ai tempi del colera” (di Gabriel García Márquez), ha rimesso in discussione un po’ tutto, ad iniziare, appunto, dai rapporti ravvicinati tra le persone, dai “modus operandi” improvvisamente stravolti, dalle zone rosse, dalla sospensione delle scuole, dall’inusitato SmartWorking, dalla “convivialità”, peraltro attesa nelle Riunioni Rotariane, salvo nei nuovi Digital Club. Ma, a volte, si fa “di necessità, virtù” e si decide nel prosieguo del percorso del Club, con la presenza virtuale dei soci, e di interessati, in un convivio ipotetico, allargato, ma partecipato attraverso la diretta (8mila visualizzazioni) sul “social” Facebook. Insomma, abbiamo replicato la fortunata formula adottata al Teatro Filodrammatici, ma con un pubblico indiretto. Il tema della serata era d’attualità: il Coronavirus. Cinque profili diversi, cinque esperienze che hanno “raccontato”, da punti di vista assolutamente propri, il “vissuto” drammatico di questi giorni. Maria Rita Gismondo (socia del RC Manzoni Studium), Beatrice Uguccioni, Germano Lanzoni, Francesco Vecchi, e Fabrizio Capaccioli, mentore della serata.


Il senso del convegno era di portare a conoscenza di altrui i diversi punti di vista, non solo “medico”, ma di certificare, anche sociologicamente, amministrativamente, ed anche ironicamente, sul tema che ci sta seriamente stravolgendo le abitudini, se non la vita stessa.


Lascio a ciascuno la “lettura” della serata, attraverso la puntuale registrazione del socio Stefano Sgarella, anche regista della serata.


Atene fu distrutta dalla paura della peste, non dalla peste. Tucidide


Giuseppe Pino Battaglia